Ernestomeda diventa autosufficiente con il fotovoltaico

03 giugno 2011
  

Ernestomeda diventa autosufficiente con il fotovoltaicoErnestomeda diventa autosufficiente con il fotovoltaico
Ernestomeda è solo l'ultima delle tante aziende italiane che hanno deciso di istallare un impianto fotovoltaico sul tetto del proprio stabilimento, approfittando degli incentivi offerti per la bonifica delle coperture in Eternit. L'azienda inaugurerà ufficialmente il tetto fotovoltaico domenica 5 giugno, un impianto da 1.3 MWP in grado di produrre 1.360.000 KWh all'anno. I 16.000 mq di Eternit sono stati sostituiti con pannelli isolanti in poliuretano, su cui sono stati poi installati i moduli solari.

Ernestomeda diventa così autosufficiente per la propria attività, e l’energia prodotta in eccesso potrà essere ceduta alla rete. Inoltre, l’impianto fotovoltaico permette di ridurre la temperatura interna dell'edificio nei mesi  freddi e di tagliare le spese di condizionamento nei mesi caldi: la superficie dei pannelli è infatti in grado di ridurre l'impatto degli agenti atmosferici e di minimizzare la dispersione termica.
Per Ernestomeda l’impianto è stato realizzato da Energy Resources SpA (www.energyresources.it), utilizzando pannelli fotovoltaici Q.Cells prodotti in Germania.

“Il nuovo impianto fotovoltaico è per noi motivo di grande soddisfazione - spiega Alberto Scavolini, Amministratore Delegato Ernestomeda – e rientra nel nostro progetto ecologico EMvironment: Ernestomeda per l’ambiente. È un percorso molto importante, con il quale cerchiamo passo dopo passo di accrescere il nostro lato ecosostenibile, partendo dal miglioramento dei processi aziendali per arrivare a rendere minimo l’impatto sull’ambiente. In questo modo controlliamo costantemente i consumi energetici, l’inquinamento acustico, le emissioni in atmosfera, la gestione dei rifiuti, i deflussi delle acque di scarico. Ernestomeda è da sempre concretamente impegnata in quest’ottica: siamo infatti tra le poche realtà italiane che hanno ottenuto tre importanti certificazioni, tra le quali quella per il sistema di gestione ambientale”.




comments powered by Disqus