Un'altro pannello solare super efficiente, ma quelli sul mercato sono ancora fermi alla tecnologia di vent'anni fa

28 settembre 2013
  

Un'altro pannello solare super efficiente, ma quelli sul mercato sono ancora fermi alla tecnologia di vent'anni fa
Un'altra notizia su nuove celle solari fotovoltaiche ad altissima efficienza sta facendo rapidamente il giro di riviste e blog specializzati in energie rinnovabili. Una buona notizia, direte voi, ma chi scrive non ne è così convinto. Negli ultimi anni notizie come questa sono state quasi la norma, ed ogni pochi mesi qualche nuova società o università ha proclamato a gran voce di aver realizzato un nuovo tipo di cella fotovoltaica con un'efficienza superiore a quanto fatto in precedenza.

Quest'ultima di cui parliamo oggi, realizzata da ricercatori francesi e tedeschi, avrebbe raggiunto un'efficienza pari al 44,7% (utilizzando la radiazione solare concentrata 297 volte, l'efficienza dovrebbe essere la stessa anche senza concentrazione di radiazione solare ma per adesso non è dato di sapere), enormemente superiore a quella media del 15-18% dei pannelli solari attualmente in commercio, con i migliori capaci di arrivare al 21%.

E proprio questo è il problema. Dove vanno a finire tutti questi progetti? Non dico che dovrebbero già esserci pannelli solari in commercio con un'efficienza del 40%, ma almeno del 30-35% dovrebbe essere ragionevole. Di più, andrebbero bene anche pannelli con un'efficienza del 15%, a patto di poterli acquistare ad un prezzo più basso, del resto per molti lo spazio non è un problema e in tanti casi i pannelli potrebbero semplicemente essere installati a terra nel giardino.

Insomma, non riempiamoci la bocca con numeri da fantascienza, magari ottenibili con tecnologie talmente sofisticate e costose da essere impraticabili. Dateci per favore pannelli solari a bassa efficienza ed a bassissimo costo.

Fonte: Computerworld



comments powered by Disqus